Etilometro e “volume insufficiente”: la sentenza della Cassazione

Rilevazione di volume insufficiente al test dell’etilometro: la sentenza della Corte di Cassazione n. 6636 del 13/02/2017

 

Cassazione su volume insufficiente all'etilometroNella sentenza della Corte di Cassazione Sesta Sezione Penale del 13 febbraio 2017, n. 6636, si afferma che la dicitura “volume insufficiente” prova solamente che la quantità di aria introdotta nell’etilometro è stata inferiore a quella necessaria per una rilevazione ottimale del tasso alcolemico, anche se sufficiente per fornire un dato affidabile. Pertanto, in mancanza di particolari patologie del reo che abbiano impedito alle forze dell’ordine di effettuare al meglio il test dell’etilometro, è chiaro che la produzione di “volume insufficiente” è un comportamento volontario tendente ad inficiare la validità del controllo. Su questo fatto fonda il giudizio di responsabilità per il reato contestato, ex art. 186, comma 7, codice della strada., in ragione della dimostrata indisponibilità del soggetto a sottoporsi validamente all’accertamento.

 

Lascia un commento
Etilometro e “volume insufficiente”: la sentenza della Cassazione
3.8 (76%) 5 votes

Lascia un commento

o